Ottawa Cosa Vedere Attrazioni Turistiche

Ottawa Cosa Vedere: Guida alle Attrazioni Turistiche

Ottawa è una città a misura d’uomo, che farà felici gli appassionati d’arte ed architettura, ma anche chi cerca svago e divertimento. Austera ma anche moderna e vivace, accogliente e al contempo elegante, Ottawa sa intrattenere i suoi ospiti come poche altre città del Nord America. Scopriamo nel dettaglio:

Origini e storia di Ottawa

Ottawa è la capitale del Canada fin dal 1857, anno in cui la Regina Vittoria d’Inghilterra la scelse personalmente per ricoprire il ruolo di capitale dell’allora Provincia del Canada.

I motivi alla base della scelta furono diversi: all’epoca la cittadina era l’unico insediamento situato sul confine tra Canada Occidentale e Orientale (Ontario e Quebec) e proprio la sua posizione la rendeva il compromesso ideale tra le due colonie, una di lingua francese e l’altra inglese.

Inoltre, la guerra del 1812 aveva già dimostrato quanto fossero vulnerabili le città più grandi del Canada ad un eventuale attacco americano, in quanto tutte troppo vicine al confine. Ottawa, invece, era completamente circondata da fitte foreste e sufficientemente distante dagli Stati Uniti.

Oggi, la città ricade nella provincia dell’Ontario, a poche centinaia di metri dal confine con il Quebec, segnato dal corso del fiume Ottawa. È servita dall’Aeroporto Internazionale di Ottawa-Macdonald-Cartier ed offre una grande varietà di spunti per una visita interessante.

Cosa vedere durante un viaggio ad Ottawa?

Tra le attrazioni turistiche da non perdere figura senza dubbio la Collina del Parlamento, con la Peace Tower e il Centre Block.

La collina del Parlamento, in inglese Parliament Hill, è il fulcro della downtown di Ottawa ed è senza dubbio la prima cosa da visitare quando si giunge in città. L’edificio del Parlamento svetta dall’alto di una collina a pochi metri dal fiume che attraversa la città ed offre uno spettacolo davvero interessante.

Anche lo stesso palazzo è sorprendente: risale al 1865 ed è stato realizzato interamente in stile gotico. Ogni settimana ospita diverse interrogazioni parlamentari, tutte regolarmente aperte al pubblico.

Di fianco all’edificio svetta uno dei simboli nazionali canadesi, la Peace Tower, che supera in altezza qualsiasi altra struttura di Ottawa.

Una delle attrazioni da non perdere in città è il Rideau Canal, realizzato all’alba del XIX secolo. In origine questo canale artificiale ricopriva una funzione difensiva e militare, mentre oggi è un sito di interesse esclusivamente turistico, insignito anche del titolo di patrimonio dell’umanità Unesco.

Ma come mai tanto interesse per questo canale? La risposta è molto semplice: in inverno, quando le temperature scendono vertiginosamente, il Rideau Canal si trasforma nella pista di pattinaggio più grande al mondo, lunga ben otto chilometri e frequentata da migliaia di persone ogni giorno!

Non lontano da qui sorge il Canadian Museum of Civilization, che è il museo più visitato del Paese e racconta l’intera storia del Canada, a partire dall’epoca delle colonizzazioni inglesi e francesi, fino ai giorni nostri. È sulla sponda opposta del fiume rispetto alla collina del Parlamento, nella Provincia del Quebec, ma è facilmente raggiungibile tramite il ponte Alexandra.

La National Gallery of Canada svaria dall’arte moderna a quella contemporanea e conserva centinaia di opere ordinate cronologicamente, all’interno di un fantastico edificio caratterizzato da alcune guglie di vetro che si arrampicano verso il cielo. La struttura fu progettata da Moshe Safdie e inaugurata nel 1988.

Il museo possiede una vasta collezione di dipinti, disegni, fotografie e sculture ed annovera opere di artisti del calibro di Cranach il Vecchio, Lorenzo Lotto, Gian Lorenzo Bernini, Rubens, Rembrandt, Cézanne, Van Gogh, Monet, Klimt, Picasso, Chagall, Dalì, Pollock, Magritte e Warhol.

Nel cuore della città, proprio di fianco alla National Gallery, sorge la Cattedrale di Notre-Dame, risalente al 1860 e realizzata secondo i dettami dello stile gotico ma non senza qualche richiamo barocco. Sebbene la facciata esterna sia abbastanza sobria e si faccia notare poco, la parte interna è davvero meravigliosa.

Caratterizzata da un soffitto con volte a crociera, presenta uno straordinario cielo stellato e stupende vetrate colorate. L’effetto che offre di giorno, quando all’esterno splende la luce del sole, è davvero incredibile.

Il secondo grande museo è il Canada Science and Technology Museum, fondato nel 1967 e prima struttura museale interattiva del Paese. Da non perdere neanche il Canadian Museum of Nature, uno splendido spaccato di storia naturale nel quale scoprire la storia del Canada ed ammirare centinaia di reperti geologici antichissimi.

Ad Ottawa, come abbiamo visto, non mancano gli spunti culturali, ma neanche le occasioni di svago: una di queste è rappresentata dallo splendido mercato coperto, lo storico Byward market, che grazie alle sue dimensioni e alla varietà delle merci offerte, costituisce una delle attrazioni più importanti della città.

Qui sono presenti oltre 260 stand, perfetti per assaggiare il meglio dei prodotti tipici locali ed acquistare interessantissimi ed originalissimi manufatti artigianali. Byward market è un’autentica esplosione di colori, profumi e sapori. Non mancano i caffè, i bistrot e i ristoranti, ma abbondano anche altre proposte di gusto, che ne fanno un luogo davvero imperdibile.

Una delle aree verdi più interessanti della città è senza dubbio Major’s Hill Park, che sorge proprio di fianco alla National Gallery e a Byward Market. Si tratta anche del parco urbano più antico della capitale, inaugurato nel lontano 1875. La splendida natura e le specie vegetali qui conservate fanno il paio con la strepitosa vista sul Rideau Canal.

Nell’Header House è presente anche una nutrita collezione di opere realizzate da artisti locali. Non mancano le aree picnic, realizzate anche per consentire ai turisti che hanno appena visitato il Byward market di mangiare quanto acquistato all’aperto e in tutta tranquillità.

Gli appassionati di botanica, mineralogia, geologia, paleontologia e zoologia non possono prescindere da una visita al Canadian Museum of Nature, situato all’interno del Victoria Memorial Museum Building, stupendo edificio ottocentesco che sorge nel cuore della capitale. Il museo possiede otto gallerie permanenti sistemate su quattro piani distinti.

Tra queste la più apprezzata è probabilmente la galleria dei fossili, ricca di scheletri di mammiferi, dinosauri e rettili marini, datati tra 35 e 85 milioni di anni fa. Questi reperti, insieme allo scheletro di una grande balena blu, ne fanno uno dei musei più apprezzati del Canada, sia dagli adulti che dai bambini.

Passatempi e pietanze tipiche di Ottawa

Il luogo ideale per trascorrere una giornata all’insegna del relax è senza dubbio il Canale Rideau, il passaggio artificiale realizzato verso la metà del XIX secolo, che attraversa tutta la città e collega tra loro i vari laghetti che puntellano la zona. Nei dintorni del canale sono state costruite varie piste ciclabili e pedonali, perfette per una passeggiata o un po’ di sport all’aria aperta.

Durante la bella stagione non mancano le imbarcazioni turistiche che, come i più celebri bateaux-mouche parigini, offrono una vista della città da una prospettiva inconsueta. D’inverno, invece, il canale stesso è frequentatissimo quando le temperature rigide tipiche della regione lo trasformano in un’immensa pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Durante una visita (d’obbligo) al Parlamento è assolutamente necessario soffermarsi nella Biblioteca, una delle più grandi del Canada. La sua vastità è davvero sorprendente, così come l’arredamento interamente in legno e le decorazioni, che ben si sposano con gli interni gotici dell’edificio che la ospita.

Al centro della collina del Parlamento arde costantemente il Centennial Flame, che celebra il centenario dalla nascita della confederazione canadese.

A poche centinaia di metri da Parliament Hill si apre Major’s Hill Park, nel quale è possibile fotografare simpatici scoiattoli e marmotte, mentre a dieci minuti dal centro città sorge Gatineau Park, una splendida area protetta ricca di punti panoramici perfettamente segnalati e di incantevoli specchi d’acqua che abbondano di ninfee, rane e tartarughe. Inutile dire quanto sia bella e rigogliosa la vegetazione che caratterizza quest’area!

Ottawa non è soltanto natura e scorci superbi, ma anche ottimo cibo. Nei numerosi bistrot e ristoranti che affollano le strade del centro storico, oltre ai classici piatti mutuati dalla cucina internazionale, vengono servite tante specialità tipiche della tradizione culinaria francese, radicata in loco a partire dalla prima metà del XIX secolo.

Tra queste da non perdere la soupe de poisson (una zuppa di pesce ricca di specie di fiume e di mare, preparata con pomodoro, finocchio, carote, patate e cipolla) e la quiche, una crostata salata farcita con gli eccellenti formaggi locali.

Nelle trattorie è possibile gustare anche il pregiato salmone canadese, preparato in decine di modi diversi, ma quasi sempre abbinato ad un buon calice di Chardonnay prodotto in loco.

Al mattino da non perdere i pancake con sciroppo d’acero, altro prodotto tipico canadese, e le Nanaimo bars, il dessert preferito dai canadesi, che si compone di tre strati diversi: una base realizzata con wafer sbriciolati, cioccolato e granella di cocco, una parte centrale composta di glassa al burro e crema pasticcera ed uno strato superiore di cioccolato.

Gli amanti della vita notturna avranno l’imbarazzo della scelta, grazie alla grande varietà di bar, pub e deliziosi localini nei quali divertirsi fino a notte fonda.

I buongustai, invece, non possono prescindere dalle eccellenti steakhouse, che riempiono le strade del centro ed offrono ottimi tagli di carne fresca grigliata o cucinata alla maniera locale.

Da non perdere, infine, una visita al TD Place Stadium, l’arena presso la quale assistere alle partite della squadra di football Ottawa Redblacks.

Dove si trova Ottawa: posizione geografica e distanza dalle altre città

Ottawa è una città di circa 930.000 abitanti, capitale federale del Canada, situata sulla sponda meridionale del fiume omonimo, al confine tra le province dell’Ontario e del Quebec. La città attuale è il risultato della fusione avvenuta nel 2000 tra la città vecchia di Ottawa e dieci municipalità limitrofe.

Per popolazione è la quarta città del Paese dopo Toronto, Montreal e Calgary, ed è quarta anche tra le aree metropolitane, poiché fusa con la vicina città di Gatineau (situata sulla sponda settentrionale del fiume Ottawa e inclusa nella provincia del Quebec), forma una conurbazione di oltre 1 milione e 140 mila abitanti.

La città è abbastanza vicina ai maggiori centri abitati del Canada orientale, nonché al confine con gli Stati Uniti d’America, distante poco meno di 100 chilometri. Per colmare i 200 chilometri che separano Ottawa da Montreal occorrono circa due ore di auto o di treno.

Toronto, invece, principale centro abitato tra quelli affacciati sul Lago Ontario, dista poco più di 450 chilometri. Toronto e Ottawa sono collegate da numerosi autobus di linea che percorrono la tratta in circa quattro ore e mezza. Ma l’autobus non è il solo mezzo di trasporto disponibile sulla tratta Toronto-Ottawa, poiché è possibile optare anche per il treno o per un volo di linea.

Gli aerei impiegano poco più di due ore e risultano abbastanza economici, mentre il trasporto su rotaie impiega oltre quattro ore e mezza ed è consigliato a chiunque desideri osservare gli splendidi paesaggi canadesi.

Quali sono i documenti necessari per andare ad Ottawa?

Ogni appassionato di grandi viaggi dovrebbe annoverare il Canada fra i luoghi da vedere ad ogni costo. Questo Paese è il secondo più esteso al mondo (preceduto soltanto dalla Russia) e possiede una quantità di panorami ed attrazioni impossibili da elencare.

Tuttavia, per entrare in Canada occorrono alcuni documenti necessari, tra cui il passaporto (che deve essere valido per l’intera durata del soggiorno) e l’eTA (acronimo di electronic Travel Authorization).

Quest’ultima è un’autorizzazione concessa agli stranieri che desiderano entrare in Canada per periodi inferiori ai sei mesi. Differisce dal visto, il quale è necessario soltanto nel caso di soggiorni più lunghi di sei mesi.

Per richiedere l’eTA basta compilare il modulo seguendo la procedura sulla pagina https://eta-canada.it/richiesta-visto-eta/, la quale è molto semplice: basta inserire i propri dati e rispondere ad alcune domande.

Per effettuare la richiesta occorre il passaporto ed una carta di credito o di debito appartenente ai circuiti Visa, MasterCard, American Express, UnionPay, JCB Card e Interac, oltre a un indirizzo di posta elettronica.

Dopo aver compilato il documento online e risposto al questionario, la conferma dell’eTA viene spedita via email alla casella di posta indicata. La maggior parte dei richiedenti ottiene l’eTA via-email nell’arco di pochi minuti dalla richiesta. Tuttavia, in qualche caso può essere necessario qualche giorno, pertanto chi vuole visitare il Canada dovrà richiedere l’eTA prima di prenotare il proprio volo.

L’autorizzazione in questione ha una validità particolarmente lunga: essa, infatti, scade dopo cinque anni, oppure alla scadenza del passaporto collegato (qualora questo scada prima dei cinque anni).

Giunti in Canada, potrebbe essere necessario dimostrare alla polizia aeroportuale di possedere denaro a sufficienza per il viaggio e di avere legami forti con il proprio Paese d’origine, quali una famiglia e un lavoro.

I ragazzi e i bambini al di sotto dei 18 anni possono viaggiare con i genitori, un altro adulto o per conto proprio. Qualora un minore non dovesse viaggiare con i genitori ma con un altro adulto, quest’ultimo sarà tenuto a mostrare una dichiarazione firmata dai genitori che autorizzi il viaggio (in lingua inglese o francese).

Nel caso il minore viaggi da solo, dovrà essere in possesso di un passaporto in corso di validità, del certificato di nascita e di una lettera dei genitori firmata, che autorizzi il viaggio. Nella lettera dovranno essere presenti alcune informazioni fondamentali, quali il nome di almeno uno dei genitori, l’indirizzo di residenza, un numero di telefono e il contatto della persona responsabile del bambino in Canada.

Per maggiori informazioni sull’eTA, puoi visitare la nostra pagina: https://eta-canada.it/eta-canada-in-dettaglio/

Una città vivace ed accogliente

Gli amanti dell’arte e della storia avranno soltanto l’imbarazzo della scelta di fronte alla vasta disponibilità di musei e gallerie d’arte, mentre gli appassionati di shopping potranno approfittare dei numerosi shopping centre, che nascono come funghi lungo le arterie cittadine più frequentate.

E non mancano neanche boutique d’alta moda e interessantissimi negozietti di artigianato locale, oltre ai tanti bar, pub e bistrot, che garantiscono sempre il meglio dal punto di vista gastronomico, ma anche musicale.

Inoltre, in occasione dei numerosi festival che ravvivano la città in ogni periodo dell’anno è possibile fare acquisti presso le bancarelle che offrono eccellenti prodotti locali e specialità enogastronomiche.

Di fronte a tanta varietà artistica e museale, la maniera più comoda per visitare il centro città è a piedi, in modo da passeggiare per le diverse zone che compongono il centro storico ed osservarne gli scorci più caratteristici. Splendida è la vista della collina del Parlamento, che cinge gli edifici con una folta schiera di alberi.

Muovendosi a piedi, inoltre, è possibile raggiungere le attrattive più suggestive della città, per altro tutte abbastanza concentrate e vicine tra loro e i parchi urbani, tutti curatissimi e caratterizzati da una natura lussureggiante. I trasporti pubblici sono particolarmente efficienti e garantiscono numerose corse sia in autobus che in treno.

Tuttavia, mancano quasi completamente i servizi notturni, pertanto chi ha deciso di alloggiare fuori dal centro storico dovrà accontentarsi di un taxi.

Il periodo migliore per visitare la città? Senza dubbio la primavera e l’estate, quando le temperature diventano più gradevoli e non mancano le iniziative culturali e i festival di ogni genere.

Sopra