Montreal cosa vedere e visitare

Montreal: cosa vedere? Tutti i luoghi da visitare!

Il nome Montreal deriva Mont Royal, una collina che si trova nel centro della città. La città è stata fondata nel 1611 dall’esploratore francese Samuel de Champlain che si insediò nel luogo e che apri un luogo di scambio di pellicce su quello che oggi è il fiume San Lorenzo. Il francese è la lingua ufficiale ed è anche la lingua più parlata a casa anche se la maggior parte delle persone parlano anche correttamente in inglese.
Montreal è la città più grande della provincia del Québec e la seconda città più grande del Canada con una popolazione di oltre 3 milioni di persone nella sua area urbana. Ha un mix perfetto di fascino europeo e modernità nordamericana. Montréal è una città cosmopolita ed è una destinazione imperdibile in qualsiasi visita in Canada. E allora la domanda: cosa vedere a Montreal? Passiamo subito al sodo.

Perché visitare Montreal?

Riassumiamo in 7 punti chiavi le cose da vedere a Montreal:

  1. Notevoli sono stati gli scambi di merci con diversi stati del Vecchio Continente, ma Montreal è apprezzata in particolar modo come centro culturale, grazie soprattutto alla presenza di 4 Università e di diversi centri di ricerca;
  2. Un riconoscimento alla devozione degli abitanti della città è quello proveniente da Mark Twain: il celebre romanziere puntualizzò che lanciare un sasso a Montreal significava rompere quasi certamente la vetrata di una chiesa. Si tratta di un modo poetico per indicare la presenza di un numero importante di edifici religiosi in città;
  3. Gli amanti della fotografia trovano a Montreal diversi scorci ideali per degli scatti da ricordare. Un pranzo consumato nel verde di Mont Royal, invece, è l’occasione per salire sulla collina ivi presente;
  4. Negli spazi messi a disposizione nella zona del Porto Vecchio merita di essere segnalato il Centre de Sciences, struttura dedicata alla tecnologia e alla scienza. Il porto è anche il luogo di partenza ideale per delle affascinanti escursioni lungo il fiume San Lorenzo;
  5. Dal punto di vista climatico Montreal vede alternarsi mesi invernali particolarmente rigidi e una stagione estiva mite, caratterizzata da temperature gradevoli. Durante tutto l’anno il vento è spesso protagonista, ma questo non scoraggia i turisti a visitare la città. Se in autunno a sorprendere sono le mille sfumature di una natura rigogliosa, l’estate è ideale per chi ama le attività all’aperto. In inverno, invece, è la neve a rendere l’atmosfera magica, ricoprendo tutto di bianco. Affascinante!
  6. Ai turisti viene anche offerta la possibilità di salire a bordo dell’Amphi-bus, un autobus anfibio nato come mezzo militare, e ora impiegato come mezzo per raggiungere alcuni punti di interesse, tra cui la Basilica di Notre Dame in primis. In prossimità delle acque del San Lorenzo, l’Amphi-bus si trasforma in un’imbarcazione, proseguendo il suo percorso sull’acqua;
  7. Per chi lo desidera, la città sotterranea è in grado di offrire una visione nuova e particolare di Montreal. Un’esperienza praticamente unica senza paralleli nel mondo.

Non sembra abbastanza? Fatti invogliare da questo video prodotto dal Tourism Board di Montreal:

 

Montreal: scoprire la città

Diversi edifici, nel 1967, hanno offerto i propri spazi all’Esposizione Universale. Nove anni dopo, invece, a Montreal è stata organizzata la XXI edizione delle Olimpiadi.

Molte di queste strutture non sono state abbandonate, divenendo nel tempo importanti attrazioni turistiche. Si ricordano, a tal proposito, la Biosfera, all’interno della quale attualmente è ospitato il Museo dell’Ambiente, e lo Stadio Olimpico. Quest’ultimo è il primo stadio del mondo ad offrire un tetto retrattile. Sempre nello stadio si trova una torre inclinata, la Torre di Montreal, che raggiunge i 175 metri d’altezza ed è scelta ideale per foto da cartolina e selfie.

La zona di Montreal conosciuta come Città Vecchia si distingue per la presenza di edifici storici, monumenti e strade lastricate. Attraversandola si giungerà al Vecchio Porto.

Scorcio della città vecchia di Montreal
Città vecchia a Montreal

 

Nella classifica degli edifici più importanti di Montreal, almeno dal punto di vista storico, a primeggiare è la Basilica di Notre Dame. Realizzata tra il 1824 e il 1829, questo gioiello neogotico presenta interni riccamente decorati, resi ancora più unici dai colori adottati.

Ovviamente, questa Basilica non è l’unica chiesa degna di nota, tanto che Montreal gode del soprannome di Città dei Cento Campanili.

Una Montreal da vedere sopra, un’altra Montreal da vedere sotto le vie

Un altro posto unico al mondo è sicuramente la Montreal sotterranea, vera e propria città parallela che si sviluppa nel sottosuolo. Il suggerimento è di visitarla nei giorni in cui il vento si erge a protagonista.

Questa parte nascosta della località più famosa del Québec include circa 30 km di gallerie, utilizzate per collegare tra loro grattacieli ed edifici del centro. Tra ristoranti, negozi e locali di tutti i tipi, la visita finisce per trasformarsi in una stuzzicante avventura.

Cucina a Montreal: la mitica poutine

Montreal è una destinazione adatta anche a chi è solito viaggiare per andare alla scoperta delle realtà gastronomiche locali. Numerosi sono i piatti tipici canadesi che è possibile assaggiare nella principale città del Québec.

Molto rinomato, e acquistabile in diversi negozi di Montreal, è lo sciroppo d’acero, utilizzato soprattutto per guarnire i pancakes.

Dovrai assolutamente provare la poutine: a base di patatine fritte, formaggio fuso e deliziosa carne. Piatto presente in tutto il Canada, ha in Montreal il suo paese natale. Si trova ovunque nella città, in svariate ricette. Il locale più famoso è senz’altro la Banchise, attaccata al Parco La Fontaine, non lontana dal Mont Royal.

Da assaggiare anche i panini arricchiti da carne affumicata (questo il migliore in assoluto) e il cibo di strada, che sapranno saziare qualunque appetito!

Shopping

Nel quartiere Petite Italie (il nome testimonia l’elevata presenza di residenti italiani), ad esempio, si trova il Mercato Jean-Talon. Visitandolo è possibile acquistare prodotti freschi provenienti da diverse regioni del Québec. Da non perdere assolutamente i sorprendenti formaggi quebecchesi.

Se le numerose attrazioni di Montreal sono in grado di riempire le giornate di vacanza dedicate alla scoperta di questa città del Québec, chi lo desidera ha comunque l’opportunità di ritagliarsi qualche momento da destinare allo shopping.

Infatti, al di là del cibo (oltre i formaggi anche l’infinita varietà di spezie), Montreal propone anche capi d’abbigliamento e gadget da regalare ad amici e parenti al ritorno dalla vacanza. Potrebbe essere l’occasione anche per acquistare a prezzi convenienti giubbotti e capi invernali, più bassi anche del 40% rispetto a quelli proposti dai negozi italiani.

Montreal affianca a mercati settimanali una serie di negozi specializzati e infinite botteghe artigianali. Tra le altre spiccano quelle dei calzolai, all’interno delle quali vengono venduti dei tipici mocassini in pelle.

Non mancano neppure atelier che propongono souvenir volti a diffondere la cultura Inuit. Il più famoso è certamente la Guilde Canadienne des Métiers d’Art che propone, tra l’altro, ceramiche di grande pregio.

Tra i grandi magazzini che costellano la città meritano una citazione il Complexe Desjardins e il Centre Eaton de Montreal, ricchi di negozi.

Vista interna del centro commerciale Desjardins a Montreal
Centro commerciale Desjardins a Montreal

Arte e eventi a Montreal

La città del Québec, nel corso degli ultimi decenni, ha dedicato sempre maggiore interesse ad una forma artistica ancora osteggiata in molti altri Paesi: l’arte di strada.

I graffiti, principale attrazione, sono stati affiancati da nuove espressioni artistiche, finendo per offrire ai turisti una vera e propria galleria urbana, nella quale trovano la loro perfetta espressione i disagi e le speranze giovanili.

Passeggiando per Montreal è possibile imbattersi in murales di grandi dimensioni. Sono i Boulevard St. Catherine e Boulevard Saint-Laurent ad offrire ospitalità a molte delle opere. In particolare, quest’ultima, conosciuta anche come The Main, nel tempo ha assunto il ruolo di simbolo del mix multiculturale che caratterizza la città. Addirittura, diversi residenti sono abituati a parlare facendo ricorso, all’interno della medesima frase, sia di termini inglesi che francesi.

Montreal è una meta ideale per gli amanti dell’arte. Sono più di 30 i musei ospitati dai diversi quartieri della città. Il museo di storia ed archeologia Pointe-à-Callière, ad esempio, conserva reperti risalenti a circa 350 anni fa.

Il museo Marguerite Bourgeyos, invece, offre una panoramica molto interessante sulla storia della città. A Montreal si trova anche la struttura museale più antica del Canada, si tratta del Musée des Beaux-Arts.

Da segnalare anche il Centre Canadien d’Architecture, il Musée d’art Contemporain e, soprattutto, il complesso che risponde al nome di Place des Arts: le sue sale ospitano le opere dei maggiori esperti di scenografia, e accolgono numerose compagnie di musica e danza locali. Ne fanno parte, tra le altre, l’Orchestre Symphonique e i Grands Ballets Canadiens.

Montreal da vedere ma anche da ascoltare

Montreal è anche nota come la città dei festival. Titolo meritatissimo, considerando che lungo l’arco dell’anno vengono organizzate quasi un centinaio di manifestazioni.

La più famosa è sicuramente il Festival Internationale de Jazz de Montreal evento all’aperto che si tiene in estate. Agli amanti degli spettacoli circensi si rivolge il Just for Laughs, festival della commedia.

Altri due eventi imperdibili per chi desidera trascorrere delle giornate rilassanti sono il Montréal en Lumière Festival e la Fête des Neiges. Non si tratta di un festival, ma offre comunque ore di divertimento il Cirque du Soleil, che ha sede proprio a Montreal. Di ottima qualità sono anche gli spettacoli presentati dal TOHU, noto per essere l’unico circo stabile del territorio Nordamericano.

Oltre a promuovere una lunga serie di eventi la TOHU organizza anche visite guidate, nel corso delle quali è possibile ammirare alcuni dei protagonisti del Cirque du Soleil affrontare i propri allenamenti quotidiani.

Parchi e natura da vedere a Montreal

Inizialmente si è brevemente fatto cenno ai meravigliosi colori che la natura tende ad assumere nei mesi autunnali. Anche in questo ambito Montreal offre tanto da vedere e fare:

  1. Giardino botanico: il terzo a livello mondiale in termini di estensione e noto anche per la varietà delle specie vegetali proposte. I giardini e serre presentano numerosissime specie di fiori e piante, meritano di essere visti e ammirati anche l’insettario e l’oasi delle farfalle.
  2. Biodome: un’oasi naturale capace di attirare l’attenzione di residenti e turisti provenienti da tutto il mondo. Il Biodome è un ex velodromo ospitato nel Parco Olimpico, realizzato nel lontano 1976. Conduce i visitatori in un affascinante viaggio tra i 4 ecosistemi del territorio americano. I bambini, e non solo, sono destinati a rimanere inevitabilmente estasiati davanti a specie animali e vegetali perfettamente inserite nel loro habitat. Sempre nel parco è possibile dedicare qualche minuto alla visita dello stadio, magari salendo sulla sua sommità per godere di un panorama unico.
  3. Parc Jean-Drapeau: posto su un’isola in mezzo al fiume San Lorenzo, offre infiniti spazi per lo svago in mezzo alla natura. Forse ospita il simbolo di Montreal, la Biosphere (vedi immagine sotto), costruita nel 1967 per l’occasione dell’Expo tenutasi in città. All’interno del parco viene anche disputato il Gran Premio di Montreal di Formula 1.

 

Biosphere Montreal Expo
La Biosfera, costruita per l’Expo di Montreal

 

Noleggiare una bicicletta è un’ottima idea per vedere Montreal. Infatti, le piste ciclabili si estendono per più di 600 km in tutta la città. Manco a dirlo, il servizio di bike sharing è molto capillare a Montreal.

Quali sono i documenti necessari per visitare Montreal?

Prima di focalizzare l’attenzione sull’eTA, l’autorizzazione elettronica di viaggio necessaria per chi desidera entrare come turista in territorio canadese, è importante precisare come sia fondamentale, innanzitutto, possedere un passaporto in corso di validità (la cui scadenza non sia prevista entro 6 mesi dalla data d’ingresso in Canada).

Fortunatamente sia Canada che Stati Uniti, negli ultimi anni, hanno deciso di semplificare, anche se solamente nei confronti degli stati individuati come amici (indicati su una lista dei paesi esenti da visto), la procedura prevista per l’ingresso nei due paesi.

Questo evita ai cittadini italiani di dover disporre di un visto, per ottenere il quale è prevista una serie di passaggi obbligatori, non esenti da lungaggini e problematiche di sorta. L’ESTA (valida per gli Stati Uniti) e l’eTA (per il Canada) costituiscono, pertanto, una comoda alternativa al visto.

Come richiedere l’eTA?

Se la tempistica media richiesta per un visto si aggiri sui 3 mesi, il tempo richiesto per ottenere l’eTA non supera qualche giorno. A velocizzare la procedura è il fatto che quest’ultima può essere perpetrata online, compilando il modulo per la richiesta dell’eTA.

Terminata la compilazione dei campi obbligatori richiesti, si otterrà un’email di conferma nell’arco di alcuni minuti. Tale email include il numero dell’immigrazione e l’autorizzazione a compiere il viaggio. Solo in caso di esito negativo sarà necessario procedere alla richiesta del Visto.

Qual è la validità dell’autorizzazione?

L’eTA ha una validità di 5 anni. Tuttavia, è possibile risiedere in territorio canadese per non più di 180 giorni consecutivi. Se, invece, l’intenzione è quella di permanere per più di 6 mesi occorrerà il visto tradizionale.

Al momento della compilazione della domanda è importante verificare le informazioni inserite, che devono necessariamente corrispondere a quelle riportate sul passaporto. Il rischio, infatti, è quello di rimanere bloccati all’aeroporto in caso di verifica.

Buon viaggio!

Se i precedenti paragrafi sono riusciti a dare un’idea, almeno parziale, del fascino di una città come Montreal, chi ha già programmato una visita alla città canadese può essere certo di tornare a casa arricchito dall’esperienza.

Prima di preparare le valigie è fondamentale attivarsi per ottenere l’eTA; così facendo si eviterà qualunque problema una volta che l’aereo avrà fatto scalo in aeroporto. Negli ultimi anni, infatti, la sicurezza è divenuto un fattore sempre più importante anche in Canada.

Per ottenere tale documento è sufficiente spendere qualche minuto del proprio tempo, affidandosi alla velocità della Rete. Per maggiori informazioni sui documenti necessari e sull’organizzazione del viaggio visitare la pagina FAQ.

Sopra